Sintesi attività svolte

Indichiamo in modo molto sintetico le attivitò svolte dalla SIPP. Sicuramente in questi anni gran parte del nostro lavoro è stato assorbito dalla necessità di difendere ed affermare il ruolo dello psicologo penitenziario anche sotto il profilo organizzativo e burocratico.

  • Potenziamento della rete di contatti tra psicologi già avviata dal CNPPI.
  • Strutturazione di stabili contatti di collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Psicoologi.
  • Creazione di una newsletter.
  • Accordo con AUPI per piattaforme comuni.
  • Elaborazione delle "Linee guida etico-deontologiche dello psicologo penitenziario" in collaborazione con gli Ordini Regionali degli Psicologi dell'Emilia-Romagna e delle Marche.
  • Contributo al primo protocollo di intesa sul lavoro dello psicologo penitenziario tra Dap, Consiglio Nazionale Ordine Piscologi e Aupi.
  • Collaborazione con AUPI per contribuire all'inserimento nell'ambito della psciologia ambulatoriale degli psicologi dei presidi tossicodipendenze  "transitati" dal Ministero della Giustizia al Sistema Sanitario Nazionale.
  • Contatti costanti con sottosegretari, ministri e deputati per la difesa della dignità del lavoro.
  • Partecipazione ad un gruppo di lavoro sull'area trattamentale per definire il ruolo degli psicologi promosso dal DAP.
  • Partecipazione a congresso SIMSPe a Napoli
  • Collaborazione con l'Univesrità di Urbino per l'organizazione del primo corso di perfezionamento post laurea in psicologia penitenziaria.
  • Contatti costanti con il DAP (capo dipartimento, direzione personale, ecc.) per segnalare difficoltà e proporre ipotesi di soluzione.
  • Ricorso sostenuto dalla Sipp e dal Cnop, contatti continui per seguire l'iter.

Sabato 27 marzo 2004

 

LA "BUONA PRATICA PROFESSIONALE" DELLO PSICOLOGO PENITENZIARIO
Costruzione delle “linee guida”

 

Seminario organizzato presso il Consiglio Nazionale Ordine Psicologi che si è articolato in:

- Relazione "Aspetti deontologici e buona pratica dello psicologo"

- Gruppi di lavoro:

1. aspetti deontologici

2. linee guida

 

UN PORTALE PER LA PSICOLOGIA PENITENZIARIA

Con questo sito, che tenta di essere un portale informativo sulla psicologia penitenziaria, vogliamo creare uno spazio di incontro per la comunità degli psicologi penitenziari. (continua)

NOVITA' BIBLIOTECA

Pietro Buffa,

UMANIZZARE IL CARCERE

Diritti resistenze, contraddizioni ed opportunità di un percorso finalizzato alla restituzione della dignità ai detenuti

Laurus Robuffo Editore, Roma 2015, pp. 208.

Luigi Manconi, Stefano Anastasia, Valentina Calderone, Federica Resta, ABOLIRE IL CARCERE Una ragionevole proposta per la sicurezza dei cittadini, Chiarelettere, Milano 2015.

Bruni A. (a cura di), Psicologi "dietro" le sbarre. Appunti di psicologia penitenziaria, Simple Edizioni, Macerata 2013.

Ristretti Orizzonti: Libri: Psicologi "dietro" le sbarre(link).

Per ordinare il libro rivolgersi alle Edizioni Simple o alle librerie on line (IBS, Webster, Mondadori, Libreria Universitaria, Deastore, Amazon, ...).

VIDEO

Aggiornamenti quotidiani da e sul carcere. "clicca qui"

"Detenuti ed operatori travolti da un insolito destino" appello al Presidente della Repubblica del 6 febbraio 2013. Per firmare cliccare qui o inviare una mail a bruni.a@libero.it

Firme al 29 maggio 2013: n. 745

Firme al 2 gennaio 2014: 768

Per leggere il testo dell'appello cliccare qui

1. Prime  adesioni

2. Altre adesioni

OSSERVATORIO PERMANENTE SULLE MORTI IN CARCERE

L'Osservatorio è promosso da Radicali Italiani, “Il Detenuto Ignoto”, “Antigone”, "A Buon Diritto”, “Radiocarcere”, “Ristretti Orizzonti”.

FORUM SALUTE CARCERE

Forum nazionale per il diritto alla salute delle persone private della libertà personale - Onlus, c/o Ufficio del Garante detenuti Lazio, via Pio Emanuelli, 1 - Roma

e-mail: forumsalutecarcere@libero.it

Psicologia penitenziaria in:

 sito aggiornato al 03/07/ 2017